La scadenza si avvicina: cercansi innovazioni di design per il futuro

C’è tempo ancora fino al 15 marzo per presentare idee e schizzi nell’ambito dell’Electrolux Design Lab 2013. Per l’edizione di quest’anno della competizione, dedicata al tema dell’«Inspired Urban Living», sono state definite tre categorie: Social Cooking, Natural Air ed Effortless Cleaning. Nel corso della decennale esistenza del Design Lab sono già stati presentati numerosi concept innovativi. Ora il processo di ideazione dei concept di design viene seguito e promosso in modo ancora più intenso. Dopo innumerevoli innovazioni di design fonti di ispirazione provenienti da tutto il mondo, il concorso è alla ricerca per l’undicesima volta delle migliori idee per le economie domestiche del futuro.

La competizione è una piattaforma per giovani talenti. Il nuovo processo di partecipazione strutturato in più fasi sostiene i candidati nello sviluppo dei concept. Il 15 marzo scade il termine per la presentazione delle candidature per la prima fase del concorso, che prevede l’inoltro dell’idea e del relativo schizzo. Fra tutte le idee saranno selezionate le 100 migliori che verranno presentate al pubblico. Thomas Johansson, Design Director di Electrolux, ha spiegato che il tema «Inspired Urban Living» scelto per l’edizione di quest’anno, che comprende tre categorie, è avveniristico per Electrolux, aggiungendo: «Entro il 2030, oltre il 60 per cento della popolazione mondiale vivrà probabilmente in città. L’urbanizzazione avrà senza dubbio un influsso sul nostro futuro modo di vivere. Per questo motivo invitiamo giovani talenti a sviluppare soluzioni innovative e uniche che siano sostenibili, focalizzando l’attenzione sulle esigenze dei futuri utenti.»

Social Cooking: cucinare assieme a casa
La scelta del «Social Cooking» per una delle aree tematiche del concorso Design Lab di quest’anno è dovuta al fatto che il cucinare sta acquisendo una crescente popolarità quale hobby. Sempre più persone amano trascorrere il proprio tempo libero a casa in compagnia della famiglia e degli amici. Stefano Marzano, Chief Design Officer presso Electrolux, commenta così questa tendenza: «Per le persone che vivono in aree urbane, la preparazione dei pasti si è trasformata da obbligo quotidiano in una sorta di realizzazione personale e forma di creatività. Si approfitta dei momenti in cucina per trascorrere del tempo con i propri cari.» In questa categoria si cercano pertanto idee per la gente di città che ama condividere le proprie esperienze culinarie, rendere felici familiari e amici, prestando nel contempo attenzione a un’alimentazione sana e all’impiego di prodotti di qualità.

Natural Air: il clima dei locali influisce sul benessere
L’esigenza di aria più pulita e sana negli spazi interni è stata determinante per la scelta della seconda categoria: «Natural Air». La qualità dell’aria si ripercuote non solo sull’atmosfera di un locale, ma influisce anche in maniera impercettibile sul nostro benessere quotidiano. I cambiamenti della qualità dell’aria nelle aree urbane rappresentano viepiù una sfida e la propria abitazione diventa ancor più un luogo di benessere se garantisce aria di buona qualità. La possibilità di convogliare fresca aria di campagna nei locali abitativi della città è solo uno degli approcci praticabili in questa categoria.

Effortless Cleaning: una sfida in termini di spazio, tempo ed estetica
La vita urbana fa sì che lo spazio scarseggi e la gente debba adattarsi a vivere in condizioni abitative ristrette. Nella categoria «Effortless Cleaning» i giovani talenti devono quindi affrontare sfide particolari, come spiega Stefano Marzano: «Poiché l’area abitativa nelle città diventa sempre più compatta e integrata, si riduce anche lo spazio per gli apparecchi per la pulizia. Occorrono quindi soluzioni brillanti ed esteticamente valide. Inoltre i consumatori desiderano più che mai concetti che permettano di risparmiare tempo. I designer dovrebbero impegnarsi in primo luogo per trovare il modo di semplificare i lavori di pulizia quotidiani.»


Dieci anni di innovazioni in materia di design 
Sono trascorsi dieci anni da quando Electrolux ha indetto il primo Design Lab. Da allora il panorama dei consumatori è notevolmente evoluto, dando vita a un’enorme quantità di nuove tendenze. Le innovazioni di design delle passate edizioni del Design Lab hanno tenuto conto di questi cambiamenti e fornito soluzioni ispiratrici per le economie domestiche del futuro.

Esempi di soluzioni di design eccellenti per dispositivi da cucina:

Impress Fridge (2012): Ben de la Roche, Nuova Zelanda (A)
Impress è un sistema di refrigerazione completamente diverso da quelli convenzionali. Nella parete refrigerante possono essere inseriti contenitori e bottiglie che vengono così conservati all’aperto, anziché dietro una porta. Il consumo di energia del dispositivo è commisurato agli alimenti che contiene e il processo di raffreddamento viene sospeso quando tutti gli scomparti sono vuoti. Impress fa sì che vengano sprecati meno alimenti e permette nel contempo di risparmiare spazio e denaro.

The Snail (2010): Peter Alwin, India (B)
TheSnail, vincitore dell’Electrolux Design Lab 2011, è un dispositivo portatile ideato per riscaldare e cuocere cibi, il cui funzionamento si basa su processi a induzione magnetica. TheSnail può essere posizionato direttamente su pentole, contenitori e tazze per riscaldarne il contenuto, riducendo così lo spazio necessario e introducendo l’aspetto della mobilità. Il dispositivo funziona con una batteria a cristalli di zucchero e usa l’energia così ricavata per alimentare una serpentina di riscaldamento. Sensori integrati aggiustano automaticamente il tempo di cottura e la temperatura. Il semplice schermo tattile permette di gestire il processo in atto.

Hwa-Seok (2005): Ki hoon Yoo, Corea del Sud (C)
Hwa-Seok significa «pietra ardente» in coreano. Si tratta di un dispositivo di cottura a forma di ciotola, il cui interno è rivestito di pietre, che viene riscaldato e regolato con l’induzione elettromagnetica. Questo concept coniuga la traduzione della cottura su pietre ardenti con la tecnologia moderna. Nel dispositivo si possono tostare verdure, chicchi o carne. Inoltre, le pietre possono essere rimosse e impiegate per riscaldare acqua o minestre. Questo «Hot Stone» si presta anche per la cottura a fuoco lento della carne.

Esempi di soluzioni di design eccellenti per la purificazione dell’aria:

Aeroball (2012): Jan Ankiersztajn, Polonia (D)
Il vincitore dell’Electrolux Design Lab 2012 ha presentato un concept rivoluzionario per migliorare la qualità dell’aria negli ambienti in cui viviamo. Aeroball è un set di palline illuminate in sospensione che filtrano l’aria di un locale. Alcune varianti dell’Aeroball emanano anche fragranze profumate qualora il filtraggio non sia sufficiente. L’involucro esterno delle sfere assorbe la luce del giorno e si illumina di notte. Così le palline assomigliano a lucciole che lavorano senza sosta per migliorare l’aria che respiriamo. Le sfere fluttuano nell’aria grazie all’elio e cadono a terra quando devono essere sostituite.

Foliage (2010): Rami Santala, Finlandia (E)
Foliage può essere collocato sul davanzale di una finestra, come una pianta in un soggiorno. Foliage non produce tuttavia ossigeno e zucchero, ma pulisce e rinfresca l’aria grazie all’energia solare. Il dispositivo, che presenta anche un design gradevole, ha inoltre la capacità di modificare la propria forma e superficie.

Nature Wind (2007): Bae Won-Ho, Corea del Sud (F)
Nature Wind è un dispositivo alimentato con energia solare da applicare alla finestra che rinfresca e purifica l’aria immessa nell’ambiente grazie a una serie di filtri. A tale scopo, il condizionatore soffia aria fresca esterna attraverso un filtro al carbone di bambù, un filtro ad acqua e infine un filtro a fitoncidi. I fitoncidi sono sostanze antibiotiche naturali con le quali le piante si proteggono da insetti e microrganismi nocivi.

Esempi di soluzioni di design eccellenti per apparecchi per la pulizia:

Spot Cleaner (2011): Adrian Mankovecky, Slovacchia (G)
Questo piccolo lavabiancheria portatile entusiasma tutti: dai giramondo con zaino in spalla ai viaggiatori d’affari. Lo Spot Cleaner, vincitore dell’edizione 2011 dell’Electrolux Design Lab, fa pienamente onore al suo nome e permette di rimuovere le macchie senza dover effettuare un intero lavaggio a macchina. Basta infatti separare i due componenti, posizionarli ai due lati del capo d’abbigliamento e selezionare il programma di lavaggio adatto. Ioni negativi e vapore rinfrescano il capo e rimuovono le macchie. Il lavabiancheria, che è alimentato da una batteria a cristalli di zucchero, può essere utilizzato praticamente in tutto il mondo.

e-Wash (2007): Levente Szabó, Ungheria (H)
e-Wash, il vincitore del 2007, è una lavatrice compatta con una normale capacità di carico che invece delle comuni liscive utilizza «noci lavanti». A ispirare l’e-Wash sono stati gli effetti inquinanti sia del lavaggio sia della produzione delle liscive. Le noci di sapone sono i frutti di un albero e quindi ecologiche. Inoltre, le dimensioni sono state notevolmente ridotte, senza tuttavia pregiudicare la capacità di lavaggio, e quindi la lavatrice trova posto anche in spazi ristretti.

Dust Mate (2005): Sebastian Alberdi e Gustavo Maggio, Spagna (I)
Dust Mate sembra un paio di scarpe sportive, ma in realtà è un dispositivo di pulizia. Mentre si cammina, la suola delle due scarpe attira la polvere presente sul pavimento. Dust Mate combina con successo un innovativo e compatto apparecchio sotto vuoto e materiali solidi e flessibili per offrire un’esperienza di pulizia comoda e unica nel suo genere, affinché la pulizia diventi un’inconsapevole attività secondaria di tutti i giorni.

L’Electrolux Design Lab in breve
L’Electrolux Design Lab è un concorso per studenti di design di programmi undergraduate e graduate di tutto il mondo. La competizione è stata indetta per la prima volta nel 2003 e nel 2012 ha festeggiato i dieci anni di esistenza. Sin dall’inizio l’Electrolux Design Lab ha invitato e incoraggiato giovani designer a sviluppare concept innovativi per i nuclei abitativi del futuro. Il termine ultimo per la presentazione delle candidature all’edizione di quest’anno scade il 15 marzo 2013. Il vincitore verrà decretato da una giuria di esperti in occasione di un evento che si terrà nell’ottobre 2013. Il primo premio consiste in 5’000 euro e uno stage retribuito di sei mesi presso un centro di design globale di Electrolux. Al secondo e al terzo classificato andranno rispettivamente un premio di 3’000 e 2’000 euro, mentre al vincitore scelto dal pubblico (proposta che avrà ricevuto il maggior numero di voti online) sarà assegnato un premio di 1’000 euro.

L’Electrolux Design Lab nei social media
Blog di Design Lab: electrolux.com/electroluxdesignlab
Pagina Facebook di Electrolux: facebook.com/ElectroluxAppliances
Twitter: twitter.com/Electrolux
Flickr: flickr.com/photos/electrolux-design-lab 
Pinterest: pinterest.com/electrolux

Ulteriori informazioni:

Electrolux SA
Badenerstrasse 587
8048 Zurigo
Tel. 044 405 81 11
Fax 044 405 82 35
www.electrolux.ch

Madeleine Ruckstuhl
Responsabile Public Relations
Tel. 044 405 82 06, Fax 044 405 82 55
e-mail madeleine.ruckstuhl@electrolux.ch
newsroom http://newsroom.electrolux.com/ch-it/

Electrolux è uno dei produttori leader al mondo di elettrodomestici per uso sia privato sia professionale. Ogni anno, consumatori di oltre 150 Paesi acquistano più di 40 milioni di prodotti. La società è specializzata nella produzione di apparecchi innovativi e mirati, sviluppati in base a sondaggi presso i consumatori e i professionisti per soddisfare pienamente le loro reali esigenze quotidiane. I prodotti Electrolux includono frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici, aspirapolvere e cucine di noti marchi quali Electrolux, AEG, Eureka e Frigidaire. Nel 2011 il Gruppo, che conta circa 58’000 dipendenti, ha realizzato un fatturato di 11,3 miliardi di euro.

Per maggiori informazioni consultare i siti www.electrolux.com/press e www.electrolux.com/news.

Tags: