Sea Shepherd  aiuta le autorità gabonesi a sorprendere sul fatto un peschereccio che nascondeva  esemplari morti di specie a rischio di estinzione

PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA

19 settembre 2017

Nel 1990 fu creata l'etichetta “Dolphin Safe” dopo che l'opinione pubblica aveva manifestato sdegno riguardo al numero dei delfini uccisi dalle reti usate per la pesca al tonno. Oltre 25 anni dopo, specie che non costituiscono l'obiettivo di operazioni di pesca e spesso a rischio di estinzione vengono ancora uccise come "catture accidentali" in tutto il mondo dalle reti usate per pescare i tonni. In Gabon, dove il tonno a pinna gialla è pescato in acque ricchissime di delfini, tartarughe, razze e squali, le catture accidentali sono avvenimenti all'ordine del giorno che non solo vengono raramente evitati, ma spesso non vengono segnalati dai pescherecci usati per la pesca al tonno su scala industriale.

Quest'estate, i funzionari gabonesi deputati a far rispettare le leggi in materia di pesca hanno scoperto un sistematico occultamento delle catture accidentali a bordo del peschereccio F/V Montecelo , battente bandiera salvadoregna, ciò è avvenuto nel corso di una routine costituita da arrembaggio e ispezione a cui hanno prestato assistenza la Marina Militare del Gabon e Sea Shepherd. La mancata dichiarazione di catture accidentali è un reato, per la legge gabonese, dal momento che monitorarle è una componente cruciale della valutazione dell'impatto ambientale totale di un'attività di pesca.

I funzionari gabonesi deputati a far rispettare le leggi in materia di pesca hanno osservato issati a bordo dall'imbarcazione che fa uso di reti a circuizione, una tartaruga marina, uno squalo martello di grandi dimensioni, una verdesca e sette squali seta, insieme ai tonni, obiettivo dell'attività di pesca. Tutti gli squali sembravano morti quando sono stati ributtati in mare, incluso lo squalo  martello, a rischio di estinzione, e gli squali seta.

Il 9 agosto la nave di Sea Shepherd   M/Y Bob Barker   è rimasta vicina al peschereccio F/V Montecelo   e ha documentato il fatto che sei squali fossero gettati via come catture accidentali.

Quando, due giorni dopo, le autorità sono salite a bordo del peschereccio   F/V Montecelo   per la seconda volta, la documentazione ha mostrato che due squali martello, a rischio di estinzione, catturati quel giorno, come anche i sei squali del giorno precedente, non erano stati registrati come previsto dalle normative. In conseguenza di ciò è stata avviata una procedura per violazione contro l'imbarcazione   F/V Montecelo , che porterà a tre possibili conclusioni: un'ammenda, una sospensione dell'attuale permesso di pesca e/o il mancato rinnovo del permesso di pesca per il prossimo anno.

Interrogato, il capitano del peschereccio   F/V Montecelo   ha sostenuto che le catture accidentali non erano state segnalate perché era stato “troppo occupato”, “ignoravo di essere tenuto a farlo” e, separatamente rispetto a tali dichiarazioni, ha sostenuto: “non sapevo identificare le specie”.

Quanto scoperto da Sea Shepherd  a bordo del peschereccio  F/V Montecelo  è parte di un problema su larga scala di mancate dichiarazioni e dichiarazioni inferiori ai dati reali – per un fattore perfino di 3 o 4 – riguardo le catture acccidentali da parte di imbarcazioni per la pesca al tonno in acque gabonesi. Tale problema è stato portato alla luce da Operazione Albacore.

La   Bob Barker   conduce da maggio attività di pattugliamento nella zona, come parte dell'Operazione Albacore, una campagna in corso il cui obiettivo è affrontare il problema della pesca illegale, non regolamentata e non segnalata (INN), sotto la direzione del governo del Gabon. Sea Shepherd sta fornendo assistenza, mediante attività di monitoraggio e documentazione, alle autorità gabonesi, le quali si stanno impegnando a ridurre le uccisioni accidentali e le gravi lesioni, anch'esse estranee all'obiettivo delle attività di pesca, causate dalle catture accidentali.

Traduzione di Sea Shepherd Italia

###

Immagine ad alta risoluzione (credit Tara Lambourne/Sea Shepherd):  https://minerva.seashepherdglobal.org/share.cgi?ssid=0vgyQra 

Didascalie:

170808-TL-turtle by catch-01-IMG 9431 Foto: Tara Lambourne/Sea Shepherd

Tartaruga marina a rischio di estinzione catturata dalle reti per la pesca al tonno.

170809-TL-montecelo nets-02-IMG 9782 Foto: Tara Lambourne/Sea Shepherd

La F/V Montecelo recupera le reti.

170808-TL-hammerhead-02-IMG 9540 Foto: Tara Lambourne/Sea Shepherd

Squalo martello, a rischio di estinzione, catturato come cattura accidentale nelle reti per la pesca al tonno.

170809-TL-montecelo with Bob-01-IMG 9911 Foto: Tara Lambourne/Sea Shepherd

La F/V Montecelo e la Bob Barker , nave di Sea Shepherd, in acque gabonesi.

170809-TL-net and blood-02-IMG 9864 Foto: Tara Lambourne/Sea Shepherd

Tonni issati a bordo per mezzo di reti nelle quali spesso rimangono intrappolate specie a rischio di estinzione.

Per ulteriori informazioni e richieste di intervista, contattate:
Heather Stimmler – Sea Shepherd Global Media Director
Tel +339 7719 7742
Email:  heather@seashepherdglobal.org

Sea Shepherd Global

Sea Shepherd è un movimento internazionale senza scopo di lucro che usa tattiche innovative appartenenti all'ambito dell'azione diretta, al fine di difendere,conservare e proteggere gli oceani del mondo e la vita marina. Fondata  da Paul Watson nel 1977, oggi Sea Shepherd è un movimento mondiale con entità nazionali indipendenti in più di 20 Paesi. Con l’eccezione di Sea Shepherd Conservation Society (SSCS) negli Stati Uniti sono uniti da una comune missione attraverso Sea Shepherd Global, avente sede ad Amsterdam, che coordina comunicazioni,logistica e una flotta di cinque navi che cooperano in campagne in tutto il mondo. Sea Shepherd investiga e documenta violazioni delle leggi nazionali e internazionali inerenti la conservazione e fa rispettare le misure di conservazione laddove sussiste l'autorità legale.

Per ulteriori informazioni visitate il sito: http://www.seashepherdglobal.org

Tags:

About Us

* Français * Fondée en 1977, Sea Shepherd est une organisation internationale à but non lucratif de protection de la vie marine. Notre mission est de mettre fin à la destruction des habitats naturels et au massacre des espèces marines qui peuplent les océans du monde entier, afin de protéger et préserver les espèces et les écosystèmes. Sea Shepherd emploie des tactiques d’action directe pour enquêter, documenter et agir, lorsque la situation l’exige, dans le but d’exposer et de s’opposer aux activités illégales observées en haute mer. En sauvegardant la biodiversité et l’équilibre fragile des écosystèmes marins, Sea Shepherd a pour objectif d’en assurer la survie pour les générations futures. http://www.seashepherd.fr/ * Italiano * Costituita nel 1977, Sea Shepherd è un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro la cui missione è quella di fermare la distruzione dell'habitat naturale e il massacro delle specie selvatiche negli oceani del mondo intero al fine di conservare e proteggere l'ecosistema e le differenti specie. Sea Shepherd utilizza innovative tattiche di azione diretta per investigare, documentare e agire quando è necessario per mostrare al mondo e impedire le attività illegali in alto mare. Salvaguardando la delicata biodiversità degli ecosistemi oceanici, Sea Shepherd opera per assicurarne la sopravvivenza per le generazioni future. http://www.seashepherd.it/ * Nederlands * Sea Shepherd is opgericht in 1977 als een internationale non-profit organisatie ter bescherming van het leven in zee. Sea Shepherd’s missie is diersoorten en ecosystemen in de oceanen te beschermen en te behouden. Sea Shepherd gebruikt hiervoor innovatieve technieken. Sea Shepherd onderzoekt, registreert en documenteert illegale activiteiten op zee en komen zo nodig direct in actie. Door de delicate ecosystemen in de oceanen te beschermen, werkt Sea Shepherd aan het behoud van deze ecosystemen voor toekomstige generaties. http://www.seashepherd.nl/ * English * Established in 1977, Sea Shepherd is an international non-profit, marine wildlife conservation organization. Our mission is to end the destruction of habitat and slaughter of wildlife in the world's oceans in order to conserve and protect ecosystems and species. Sea Shepherd uses innovative direct-action tactics to investigate, document, and take action when necessary to expose and confront illegal activities on the high seas. By safeguarding the biodiversity of our delicately-balanced ocean ecosystems, Sea Shepherd works to ensure their survival for future generations. For more information, visit: http://www.seashepherdglobal.org

Subscribe

Documents & Links