Con Food to Home inizia una nuova era dei servizi per la ristorazione online.

Food to Home è in molti versi un innovativo servizio per la ristorazione:  è il primo servizio su piattaforma mobile per la ristorazione, che può essere ampiamente utilizzato in Europa in diverse lingue locali.  Il servizio inoltre retribuisce gli utilizzatori che attivano nuovi ristoranti. Ma di cosa si tratta esattamente?

In molti, viaggiando, si chiedono come trovare un buon ristorante. A risolvere il problema, questa estate è in arrivo il servizio per la ristorazione Food to Home, il primo servizio su piattaforma mobile, che funziona in tutta Europa e praticamente in tutte le lingue locali. Invece di di cercare a stento navigando sulla rete, da ora potrai accedere velocemente, con un unico applicativo per la ristorazione, alla mappa dei locali della tua area, ovunque tu ti trovi in Europa.

Pagamenti Sicuri

E cosa dire di quella orribile sensazione che si prova quando il ristorante non acetta la tua carta di credito, oppure, per problemi di connessione, è stata “strisciata” più volte ed al ritorno a casa aspetti con terrore l’arrivo della fattura con cifre iperboliche? Food to Home ha risolto anche questo problema, permettendoti sempre di pagare il conto del ristorante con sicurezza, indipendentemente dalla tua carta di pagamento. Le transazioni vengono gestite da una azienda globale, alla quale anche Netflix e Spotify affidano I loro pagamenti.

Una alternativa più conveniente per i ristoranti

Il servizio funziona senza intoppi anche dalla parte del ristoratore. Tommi Hippeläinen, il fondatore di Food to Home, spiega che esperti finlandesi hanno perfezionato il servizio nei minimi dettagli, in modo che esso non sia il cosidetto collo di bottiglia per il ristoratore. Secondo Hippeläinen, Food to Home conviene ai ristoratori. I ristoranti possono aderire al servizio gratuitamente ed uno studio mostra che le nostre commissioni sono le più basse del mercato. Aderendo al nostro servizio, il ristorante, oltre ad una presenza globale, ha accesso a potenti strumenti di marketing attraverso i quali può ad esempio indirizzare delle campagne mirate alle persone che circolano nei paraggi. Questo è un aspetto molto importante per tanti piccoli ristoranti. Sviluppiamo il servizio insieme agli utilizzatori ed ai ristoratori, ci confida Hippeläinen, abbiamo in cantiere novità che presto saranno disponibili sul nostro servizio.

Guadagna attivando i tuoi ristoranti!

La possibilità di guadagnare rende Food to Home interessante anche dal punto di vista dell’utilizzatore. Infatti il servizio ricompensa pagando l’utilizzatore per ogni ristorante “attivato”. Come funziona?

- Quando attivi un ristorante sul servizio Food to Home, ti verrà riconosciuta una percentuale relativa agli ordini effettuati attraverso il servizio. Hippeläinen dice che è stato concepito in principio, ad esempio, per poter offrire ai giovani la possibilità di guadagnare.

Sulla cartina di Food to Home si trovano già moltissimi ristoranti, che solo aspettano di essere attivati ed altri sono in arrivo. Possono inoltre essere aggiunti dall’utilizzatore nuovi ristoranti da attivare non presenti sulla cartina. Hippeläinen incoraggia ad entrare al più presto su www.foodtohome.com per iniziare la propria caccia ai ristoranti da attivare a livello europeo.

Ulteriori informazioni e richieste per interviste:
Food to Home, Tommi Hippeläinen, +358 40 480 4000
foodtohome.com, info@foodtohome.com

I punti di forza di Food to Home:

  • il primo servizio di ristorazione su piattaforma mobile, che già funziona in Europa in numerose lingue locali
  • nuova possibilità di guadagno: puo guadagnare attivando i ristoranti sul servizio Food to Home
  • più ristoranti attivi e più guadagni: in media €150/mese per ristorante attivato
  • il servizio aiuta, ad esempio, a fornire un impiego ai giovani europei
  • il servizio sbarca in Europa questa estate
  • pagamenti sicuri
  • visibilità globale ed un potente canale di marketing per i ristoranti
  • adesione gratuita per i ristoratori con la commissione più bassa del mercato

 

Comunicato redatto dall’ufficio stampa Commia Oy, www.commia.fi

Subscribe