Notte di sangue nell'isola francese di Mayotte

Sea Shepherd dà il via a Operazione Nyamba

PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA

28 guigno 2017

Le immagini, in cui il sangue domina, delle tartarughe massacrate sull'isola francese di Mayotte durante la notte di sabato mettono in luce la carenza di qualunque vera forma di protezione contro il bracconaggio ai danni di queste specie protette.

Numerose tartarughe sono state uccise a colpi di machete mentre risalivano la spiaggia dove erano nate, per deporre le uova. I volontari di Sea Shepherd che stavano pattugliando la zona hanno fermato i bracconieri, che sono fuggiti dalla spiaggia lasciandosi dietro machete, coltelli e una tartaruga massacrata agonizzante, la cui morte è stata lenta e dolorosa.

La notte successiva sono state trovate quattro teste di tartarughe sulla stessa spiaggia, sepolte sotto dei sassi ma rese visibili dalla marea che si ritirava. Due delle teste erano appartenute a tartarughe uccise meno di 24 ore prima e le altre due erano di tartarughe uccise nel corso della settimana precedente.

Ufficialmente, più di 230 tartarughe marine sono state oggetto di bracconaggio sull'isola di Mayotte, sita nell'Oceano Indiano, nel 2016, e quasi 300 nel 2015, secondo il REMMAT (Réseau Echouage Mahorais de Mammifères Marins et de Tortues Marines), gruppo locale che si occupa della protezione dell'ambiente marino. In una dichiarazione, l'Organizzazione ha dichiarato che: "Il conteggio effettuato lungo tutto il corso dell'anno dalla rete riflette soltanto la parte visibile delle attività di bracconaggio, rivelata dalle tracce e dalle ossa lasciate sulle spiagge: è soltanto una stima del vero numero di atti di caccia di frodo su Mayotte ".

Per esempio, la riserva marina di Saziley, un luogo dove le tartarughe nidificano, è un bene essenziale dal punto di vista dell'ecologia e del turismo. Ma, nonostante questo, è un luogo privo di sorveglianza, dove il bracconaggio mette a rischio la sopravvivenza delle tartarughe, alcune delle quali sono gravemente a rischio di estinzione e vicine ad estinguersi.

Con l'aiuto dei volontari e grazie al sostegno di simpatizzanti locali, Sea Shepherd sta dando il via a Operazione Nyamba (Nyamba significa tartaruga in lingua mahorais). I volontari pattuglieranno attivamente le spiagge oggetto di caccia di frodo per scoraggiare i bracconieri mediante la propria presenza.

"Questa missione non ha precedenti a Mayotte ma, probabilmente, non sarà l'ultima. Essa è la risposta al grido d'allarme lanciato dagli abitanti dell'isola, che sono turbati dal vederla andare in malora, mentre la Francia continentale, che è lontana, non se ne cura. Desideriamo collaborare con tutti coloro che, a Mayotte, vogliono lavorare per preservare quanto rimane di un inestimabile patrimonio naturale che dobbiamo preservare per il suo valore intrinseco e per le generazioni future", ha detto Lamya Essemlali, Coordinatrice Nazionale di Sea Shepherd France e leader della campagna Operazione Nyamba.

###

Traduzione a cura di Sea Shepherd Italia

Link all’articolo Originale : https://www.seashepherdglobal.org/latest-news/bloody-night-in-the-french-island-of-mayotte-sea-s/

Per ulteriori informazioni e immagini, o per richieste di interviste, contattate:
Heather Stimmler, Media Director Sea Shepherd Global
E-mail: media@seashepherdglobal.org
Tel: +339 7719 7742

Le foto sono di proprietà di Sea Shepherd e sono state scattate da alcuni volontari questo weekend.

Didascalie

Foto 1 :  Tartaruga con la gola tagliata scoperta dai volontari. Foto Sea Shepherd

Foto 2:  I volontari hanno scoperto quattro teste di tartarughe liuto uccise. Foto di Sea Shepherd

Foto 3:  L’isola francese di Mayotte  si trova nell’Oceano Indiano tra il Madagascar e il

              Mozambico,  Africa.

Foto 4:  Il lancio dell’Operazione Nyamba questa settimana sull’isola francese di Mayotte.

Sea Shepherd Global

Sea Shepherd è un movimento internazionale senza scopo di lucro che usa tattiche innovative appartenenti all'ambito dell'azione diretta, al fine di difendere,conservare e proteggere gli oceani del mondo e la vita marina. Fondata  da Paul Watson nel 1977, oggi Sea Shepherd è un movimento mondiale con entità nazionali indipendenti in più di 20 Paesi. Con l’eccezione di Sea Shepherd Conservation Society (SSCS) negli Stati Uniti sono uniti da una comune missione attraverso Sea Shepherd Global, avente sede ad Amsterdam, che coordina comunicazioni,logistica e una flotta di cinque navi che cooperano in campagne in tutto il mondo. Sea Shepherd investiga e documenta violazioni delle leggi nazionali e internazionali inerenti la conservazione e fa rispettare le misure di conservazione laddove sussiste l'autorità legale.

Per ulteriori informazioni visitate il sito: http://www.seashepherdglobal.org

Tags:

Documents & Links