8 italiani su 10 preoccupati delle fake news sul Coronavirus

Rispetto ad altri cittadini europei, una percentuale maggiore di italiani tende a controllare la veridicità delle informazioni sulla salute; il 73% ha svolto ricerche online sul COVID-19 nell’ultimo anno.

Milano, 27 maggio 2020 - I risultati di una recente indagine su salute e benessere svolta da YouGov e commissionata da Readly, l’app che offre accesso illimitato a oltre 5.000 riviste in digitale[1], mostrano che gli italiani sono più preoccupati in merito alle informazioni sul COVID-19 e sul suo andamento rispetto ad altri europei. Nel ricercare informazioni sulla salute, nel periodo che copre gli ultimi 12 mesi, il 73% degli italiani ha infatti messo al primo posto questa tematica, contro, per esempio, il 58% dei tedeschi e il 63% degli svedesi.

E, di sicuro, gli italiani hanno mostrato maggiore preoccupazione rispetto agli altri europei anche per le possibili fake news sulla pandemia: il 77% si dichiara infatti preoccupato di questo aspetto, contro il 67% degli inglesi, il 56% degli olandesi, il 44% dei tedeschi, il 42% degli svedesi.

Come conseguenza di ciò, gli italiani tendono inoltre a controllare maggiormente che le informazioni sulla salute di cui vengono a conoscenza siano veritiere: per informarsi correttamente su questi temi, il 58% verifica sistematicamente le fonti online, il 56% guarda i telegiornali, il 40% legge quotidiani o riviste accreditate. Solo il 2% dei nostri connazionali ammette di non verificare alcuna fonte per quanto riguarda le notizie sulla salute.

In generale, come mostrano i dati dell’indagine commissionata da Readly, gli italiani sono i più attenti tra gli europei intervistati in merito al “wellness”, definito come esercizio fisico, dieta e benessere: ben il 92% dei nostri connazionali pensa infatti che avere un sano stile di vita sia molto importante per la salute, contro l'82% dei tedeschi, l'80% degli svedesi, il 61% degli olandesi, il 47% degli inglesi.

Gli italiani ritengono che per il proprio benessere sia fondamentale seguire una dieta sana (83% degli intervistati), dormire a sufficienza (72%), impegnarsi in un allenamento fisico a bassa intensità, come camminare, svolgere sessioni di yoga o pilates (61%); una parte della popolazione (16%) pensa che sia importante assumere integratori e vitamine, un’altra ritiene che dedicarsi alla meditazione sia d’aiuto (9%).

A proposito del proprio benessere, il 37% ascolta consigli da famigliari e amici, il 36% dai social media e il 34% da quotidiani online e riviste specializzate in digitale.

Dall’inizio del periodo di lockdown dovuto alla pandemia da COVID-19, Readly ha inoltre notato un cambiamento nelle tendenze di lettura. In particolare, sulla app si è verificato in aprile un incremento del tempo di lettura fino a tre cifre rispetto al mese di marzo: +295% per la categoria delle riviste dedicate all'organizzazione del matrimonio; +223% per le testate di salute e benessere; +193% per quelle relative a hobby e passatempi.

Accedere alle informazioni e poter trovare ispirazione corretta in un unico luogo di solito facilita l'adozione di una routine di benessere equilibrata e abbiamo visto un numero crescente di persone che si rivolgono alla piattaforma Readly per accedere a contenuti di salute e benessere, fitness e consigli di stile di vita sano per rimanere in forma in questo periodo”, afferma Marie Sophie Von Bibra, Head of Growth per l’Italia di Readly.

Top list Readly

Le cinque parole relative al benessere più cercate dagli abbonati Readly in Italia in marzo e aprile:

1. Yoga

2. Sport

3. Fitness

4. Dieta

5. Corsa



 

[1] Il sondaggio è stato condotto dall'istituto di analisi YouGov nel periodo 19-24 marzo 2020 per un totale di 7379 interviste CAWI a persone di età pari o superiore a 18 anni in Svezia, Regno Unito, Germania, Italia e Paesi Bassi. Per l’Italia sono state intervistate 1034 persone.


 

Daniela Sarti
Ufficio Stampa Readly in Italia
+39 335 459432
daniela.sarti@readly.com

Readly è un servizio in abbonamento digitale che consente l’accesso illimitato a circa 5000 riviste italiane e internazionali tramite un’unica app. Fondata da Joel Wikell in Svezia nel 2012, Readly è oggi una delle principali aziende nel mercato degli abbonamenti a riviste digitali in Europa, con utenti in 50 paesi. In collaborazione con circa 800 editori in tutto il mondo, Readly sta digitalizzando l'industria delle riviste. L’obiettivo è portare la magia dell’editoria periodica nel futuro, consentendo la scoperta e la sopravvivenza di contenuti di qualità. Nel corso del 2019 Readly ha distribuito oltre 120.000 periodici, che sono stati letti 83 milioni di volte. www.readly.it

Tags:

Subscribe

Media

Media

Documents & Links